I tornei satellite, come giocarli

di Marco Valeri Commenta

poker-texas-hold-em-

Partecipare ai tornei satellite online e arrivare a sedere nei tavoli dei tornei di poker Texas Hold’Em più importanti del mondo non è impossibile. C’è chi c’è riuscito, ma non è stato un caso. Prima di avventurarsi in questo sogno, vediamo alcuni elementi da considerare per renderlo possibile.

Per riuscire a fare l’esperienza di quel meccanismo chiamato effetto Moneymaker, dal giocatore che partendo da un torneo satellite online è arrivato a vincere le World series of Poker (Wsop), ci vuole tanta capacità.

I tornei satellite. Scegliere le poker room affidabili, sicure e trasparenti significa iscriversi a quelle dei monopoli di Stato. Questo è il primo passo.

Conoscersi. Partecipare al torneo satellite significa investire dei soldi, spesso pochi. Per non buttare questi soldi bisogna conoscersi bene a livello tecnico e a livello psicologico.

La strategia. Al poker Texas Hold’Em non si vince per fortuna. La fortuna come strategia non esista e può sorridere ma anche voltare clamorosamente le spalle. Se si aspira a giocare seriamente e per evitare di sprecare i propri soldi non bisogna essere dei giocatori sprovveduti. Bisogna avere una tecnica, calcolare le possibilità statistiche, avere un atteggimento psicologico adatto e poi, piuttosto che sperare nella fortuna, magari si può mettere in gioco un pizzico di follia.

I tornei. Bisogna scegliere i tornei adatti a se stessi in termini di buy in e di livello. Se si ha poco esperienza, è inutile puntare in alto e rischiare i propri soldi. Meglio andarci con calma, studiare e puntare a migliorarsi giocando contro avversari del proprio livello e non superiori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>