Poker online: un 2018 a vele spiegate

di Valentina Cervelli Commenta

Il poker online sta dimostrando di voler vivere un 2018 a vele spiegate: i dati diffusi sulla sua “salute” mostrano che, dopo diversi anni di calo, le poker room e i tornei di poker sportivo stanno vivendo una sorta di nuova giovinezza: un incremento dovuto anche alle diverse regolamentazioni fiscali che sono entrate in vigore.

In questo caso ovviamente parliamo di liquidità condivisa ed il fatto che questo apra specifici siti anche a persone che fino a quel momento non potevano avere accesso alle stesse. In fin dei conti non serve moltissimo: un’app o un pc e tanta voglia di giocare, con un minimo di investimento. Cosa sappiamo di questo 2018? Senza dubbio che la fetta di mercato europeo ed italiano godono di buona salute, con i siti di gioco che continuano ad investire sulle piattaforme e sui proprio giocatori: ed è stato proprio questo atteggiamento ad evitare il crollo del settore.

I nuovi giocatori provenienti da applicazioni e da tablet rappresentano la grandiosa novità per ciò che riguarda il poker online: sono una nuova fetta di utenti alla ricerca di nuove soluzioni che non hanno paura di sperimentare. E questo, considerando il fatto che non sempre si ha la possibilità di spostarsi per giocare dal vivo, significa che vi sono alte possibilità di una fidelizzazione se lo strumento offerto è valido.

Se a ciò si aggiungono i già citati tentativi di liquidità condivisa tra Paesi come Italia, Francia, Spagna e Portogallo appare ovvio che se continuerà su questa strada il poker online tornerà ai fasti di un tempo anche tra coloro che lo praticano saltuariamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>