PokerStars diventa più italiano

di Paolo Riva 1

Se non si tratta del portale di poker mondiale più famoso al mondo, di certo poco ci manca, perchè la notorietà che ha ricevuto PokerStars.com in questi anni, dovuta soprattutto al fatto di avere tra i suoi tornei i favolosi, quanto tanto ambiti, tornei satelliti per le diverse tappe del European Poker Tour rende questo portale di poker uno dei più utilizzati dai giocatori europei.


Come anticipato PokerStars da oggi risulterà un poco più italiano proprio perchè è notizia di questi giorni che l’AAMS, ovvero l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, abbia raggiunto un accordo con il famoso portale di poker per poter operare legalmente in Italia e portando i propri servizi. Punto di partenza per questo prolifico accordo il lancio, avvenuto nella giornata di giovedi, del nuovo portale italiano di PokerStars, ovvero PokerStars.it. L’ennesimo passo avanti in un paese, l’Italia, che sta dimostrando una grande passione, ma soprattutto una grande fiducia verso questa nuova frontiera, il poker sportivo.

Da questo accordo PokerStars inizierà con l’inserimento, all’interno del suo portale, di nuovi tornei per soli italiani che partiranno da quote di 0,50 Euro fino a 100 Euro. Sarà quindi possibile avere una cassa verso cui si potranno inviare i propri depositi. Se infatti si prova a installare, in questi giorni, il software di PokerStars vi accorgerete come sia presente il tasto Cassa, ma che lo stesso non sia utilizzabile poiché indicante la dicitura “Prossimamente…”

All’entusiasmo generale non può che sommarsi quello di due dei giocatori più noti del panorama italiano, verso cui gli stessi proprietari di PokerStars avevano deciso di puntare per conquistarsi una bella fetta di mercato della penisola. I due giocatori sono Dario Minieri e Luca Pagano. L’ultimo soprattutto è divenuto famoso agli ordini delle cronache per essere anche stato co-commentatore di Giacomo “Ciccio” Valenti nella programmazione del poker su Itala 1.

Parlando di effetto economico che questo accordo porterà nelle casse di PokerStars, le cifre sono assolutamente da urlo. Sembra infatti che i proprietari della piattaforma abbiano messo in preventivo, solo considerando i giocatori italiani, un profitto di 400 milioni di euro e un aumento di giocatori pari a mezzo milione di rounder solo nel primo anno di attività.

Inutile affermare che per PokerStars, se le cose dovessero andare effettivamente come previsto, sta per arrivare veramente un periodo molto roseo. Se volete saperne di più riguardo PokerStars o se volete semplicemente scaricarvi il software per giocare e, perchè no, tentare di qualificarvi a qualche live event, vi consiglio di volare immediatamente sul nuovo sito di PokerStars.it

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>