WPT Praga, una doppia coppia 7-K regala il trionfo al polacco Wydrosky

Un settimana di lunghe battaglie poi l’epilogo finale, con gli italiani tutti fuori al torneo di Praga, ha vinto Marcin Wydrosky il Main Event più famoso dell’anno. Per il polacco un trionfo da 420 mila Dollari
ed un ticket da 25.000 dollari per giocare il WPT Championships del Bellagio. Runner up Alexandr Lahkov, che si è dovuto accontentare dei 278.866 dollari del secondo premio. Mano finale con doppia coppia 7-K per il polacco, e Lahjov che resta con un pugno di mosche in mano aspettando una scala minima che il River non gli consegna. Terzo posto per Bodo Sbrzesny con 179 mila Dollari.

Marcin Wydrowski – $423.957

Alexandr Lahkov – $278.866

Bodo Sbrzesny – $179.246

Tony Chang – $132.736

Michael Gagliano – $99.506

Alin Grasu – $79.723

WPT Praga, Day2, Mattia e Compagno resistono, esce Bonavena

Sono due gli azzurri che sono riusciti ad approdare al Day 3 del WPT di Praga, si tratta di Gianluca Mattia e Paolo Compagno rispettivamente con 221.500 e 109.500 chips. Fuori Salvatore Bonavena davvero sfortunato tradito al River da una beffarda coppia di 10 che ha ammazzato il suo A-7. il chip leader è Marco Lang con 694000 chips, a seguire Elio Fox con 571.500 e Pawel Brzeski con 54000 chips.

Marco Lang – 694.000

Elio Fox – 571.500

Pawel Brzeski – 544.000

Manuel Bevand – 537.500

Dermot Blain – 530.000

Oleksii Khoroshenin – 513.000

Konstantin Danilov – 465.000

Mikhail Mazunin – 440.000

Jussi Nevanlinna – 438.500

Toby Lewis – 417.000

Simon Ravnsbaek – 415.000

Yann Dion – 376.500

Yannick Bonnet – 375.500

Rainer Kempe – 372.000

Michael Gagliano – 346.500

 

WPT Praga, Day1C, Gianluca Mattia passa, Palumbo si ferma

Il WPT di Praga ha visto la conclusione del Day 1 C e ovviamente le sorprese non sono mancate. Resta in gara Gianluca Mattia, mentre salutano Rocco Palumbo, David Kitai, e Giovanni Rizzo. Con la formula del re-entry ce l’hanno fatta Giacomo Fundarò, Paolo Compagno, Salvatore Bonavena  e Matteo Taddia. Un torneo che ha visto la partecipazione iniziale di 567 iscritti, ma al Day 1C ne sono rimasti 141. Yannick Bonnet in testa al chipcount con 197.200 chips. Sul podio di giornata Mike McDonald con 160.000 e Daniel Ospina con 159.000 chips. Sesto posto per il migliore dei nostri, Gianluca Mattia con oltre 129.000 chips.

Yannick Bonnet – 197.200

Kevin MacPhee – 190.200

Mike McDonald – 160.000

Daniel Ospina – 159.000

Pierre Christensen – 153.500

Prezemyslaw Piotrowski – 151.000

Gianluca Mattia – 129.200

Keven Stammen – 127.200

Jonathan Driscoll – 126.900

Leo Margets – 125.000

Emil Mattsson – 123.200

Tony Chang – 120.400

Matan Krakow – 111.000

Tomas Cibak – 99.700

Vasili Fursau – 96.900

 

Andrey Pateychuk re del 2011: vince il Wtp di Praga e tocca quota 1,7 milioni di euro

Il player russo Andrey Pateychuk in questo 2011 pare non conoscere limiti. Pateychuk é balzato agli onori della cronaca all’European Poker Tour, quando ottenne la più grande vincita del suo 2011: a fine ottobre nella tappa di Sanremo del torneo organizzato da Pokerstars, chiuse al primo posto e portò a casa una moneta da 680mila euro. Ma prima del trionfo di ottobre Andrey si era messo in luce in altri torneri: come ad esempio al Main Event delle World Series of Poker di luglio dove aveva fermato la sua corsa ad un passo dal final table, conquistando comunque un bel gruzzolo, chiudendo in quindicesima posizione con un premio da 360mila euro. Ed adesso è arrivata la sua ultima perla, con il successo nel Wpt di Praga grazie al quale ha guadagnato altri 630mila dollari. Per lui, dunque, il 2011 sarà un anno da ricordare visto che ha portato a casa 1,7 milioni di euro. Nonostante tutto questo successo però, Andrey non ha alcuna intenzione di lasciare l’università (ha appena 22 anni e studia informatica), anche se per lui sarà difficile rifiutare la corte dei grandi sponsor che cercheranno di ingaggiarlo a tutti i costi pur di fargli continuare a giocare i tornei più importanti.