Isildur1 e Alexander Kostritsyn: ecco chi vince e chi perde

di Marco Carta Commenta

Isildur1 e Alexander Kostritsyn sono i grandi protagonisti dei tavoli verdi di questo mese di gennaio, nel bene e nel male visto che dove uno ha superato i 900.000 dollari, l’altro si è ritrovato con mezzo milione di dollari in meno in tasca. Ecco cosa è successo in questo scoppiettante avvio del 2015. 

In questo primo mese dell’anno i tavoli di cash game hight stakes sono stati dominati da Alexander Kostritsyn, il russo che si è distinto ai tavoli 2-7 Triple Draw e Mixed Games di PokerStars. Il suo dominio è stato suggellato a livello economico da vincite pari a 900.000 dollari.

Quasi tutti i profitti registrati in questo mese che non è ancora giunto al termine, sono arrivati grazie ad una sessione heads up, durata un’ora e giocata contro EireAbu. Kostritsyn detto “joiso” non ha avuto problemi di alcun tipo a chiudere la partita contro l’avversario in questione, con un positivo di 170.000 dollari.

Poi il russo si è spostato sui tavoli di mixed games dove ha guadagnato altri 30.000 dollari per un totale di 200.000 dollari incassati. E questo soltanto in una giornata nel mese di gennaio, mese molto proficuo per joiso che ha chiuso i primi 20 giorni in positivo di più di 930.000 dollari e giocando soltanto su PokerStars.

Destino contrario per Viktor Blom conosciuto come Isildur1. In questo primo mese del 2015, nelle brevi sessioni ai tavoli di 2-7 Triple Draw, Isildur1 non ha trovato il feeling giusto con i nosebleed e ha dovuto cedere fino a 100.000 dollari. Lo svedese dall’inizio dell’anno ha già registrato un passivo di 500.000 dollari chiudendo quasi tutte le giornate in negativo. Laddove è riuscito a portare a casa qualcosa, sono state sempre giocate di basso profilo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>