Tornei online low buy in, come vincere senza troppa fatica

di Marco Carta Commenta

Il poker online spopola al punto che tutti, ma proprio tutti, ragazzi e ragazze, uomini e donne, provano almeno una volta l’emozione di stare attorno ad un tavolo verde virtuale. Ecco però che davanti allo schermo tornano alla mente tutti i moniti sul rischio di dipendenza dal gioco d’azzardo e si scelgono tavoli online low buy in. Dove divertirsi senza perdere tutto il budget. Ma per vincere qual è il segreto?

Il primo consiglio che si dà a veterani e neofiti del poker online è quello di partecipare ai tavoli dall’inizio. Insomma di cominciare il prima possibile ad essere presenti su un tavolo, in modo da entrare in gioco subito e capire le strategie degli avversari. È facile infatti che nelle prime fasi di gioco si capisca qual è il giocatore debole e quale il giocare con lo stack più alto. Si lavora dunque su queste due variabili. E se il tavolo fosse davvero troppo “debole” rispetto alle capacità del giocatore? Allora vale la pena partecipare a tavoli con puntate più alte.

La pazienza non è un consiglio ma una virtù che tutti i giocatori devono mantenere. Ci sono avversari che proveranno a fiaccarvi con provocazioni insistenti. Mantenere la calma, essere pazienti, consente di avere la lucidità giusta per non perdere di vista l’obiettivo finale. E se proprio non riuscite a togliervi di torno gli avversari, allora prendete di mira anche voi l’anello debole del tavolo al quale siete seduti.

Strategia, pazienza e… concentrazione. Nei tornei a low buy in si va per le lunghe. A volte si gioca anche per 8 o 9 ore consecutive e s’inizia dopo le 20 di sera. Giocare restando al pc aiuta a restare concentrati fino alla fine del torneo, mentre switchare sul mobile vi fa rilassare di più ma vi rende più esposti al trucchi e alle strategie altrui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>