Giocare a poker: tre consigli per affrontare un torneo

di Valentina Cervelli Commenta

Quante volte si rimane a bocca aperta osservando un giocatore di poker alle prese con un torneo multitavolo riuscire a scalare le posizioni fino a trovarsi al tavolo finale? Tante. E altrettante volte ci si chiede cosa si può fare per raggiungere tale preparazione: in linea teorica basta seguire tre semplici consigli.

Rimanere concentrati per vincere nei tornei

Suggerimenti che qualsiasi giocatore professionista di poker ci darebbe se chiedessimo quale è il segreto per affrontare un torneo e uscirne con un bel gruzzolo in tasca. Partiamo da un presupposto: i tornei di poker possono avere da decine a migliaia di iscritti e ovviamente maggiore è il numero dei partecipanti, maggiore sarà il ruolo che la fortuna e la causalità avranno. Vero è allo stesso tempo che si può guadagnare potenzialmente molto investendo davvero poco se il tornei sono di quelli dal field molto ampio e spesso e volentieri, se si è abbastanza sereni da mettere in atto le proprie strategie senza temere la scarsa conoscenza dell’avversario si può riuscire a vincere in modo soddisfacente.

Il primo consiglio da mettere in pratica? Rimanere concentrati. Soprattutto se i tavoli sono molti, se non si rimane concentrati vincere è difficile. Bisogna tentare di non sprecare le proprie possibilità senza per questo però essere timorosi. C’è chi trova darsi da fare con il multitabling un espediente perfetto per rimanere concentrato: di certo non perdere il filo e non lasciarsi distrarre mantenendo sempre alta l’azione del gioco può aiutare.

Conoscere i propri avversari e avere stack importante

La conoscenza dei propri avversari è un altro punto importante per il giocatore che vuole risultare vincente in un torneo: si tratta di qualcosa di possibile sia quando i tavoli sono pochi, sia quando sono moltissimi essendo statisticamente provato che non è affatto difficile che ci si ritrovi a combattere con le stesse persone al tavolo verde per più volte. E’ quindi importante giocare e osservare come i propri avversari giocano, soprattutto quelli che si hanno nelle vicinanze: la loro capacità di rischiare, se giocano e in che modo attorno al proprio al loro buy in.  Molta attenzione deve essere posta a chi si ha alla destra e alla sinistra.

E quando ci si avvicina alla bolla premi come ci si deve comportare? Di certo si deve evitare di mostrare le proprie debolezze, le proprie vulnerabilità tentare di arrivare nella bolla stessa con uno stack che sia in grado di impressionare e quindi mettere sotto pressione gli avversari. Si tratta di un modo “semplice” ma efficace di conquistare la capacità di conquistare il torneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>