WSOP 2010: al via l’ultimo evento prima del Main Event

di Redazione Commenta

Si è appena avviato al Rio Casinò di Las Vegas l’ultimo torneo ufficiale prima del Main Event del World Series of Poker 2010: l’ultimo evento era il 2.500 dollari di No Limit Hold’em, ed erano davvero tantissimi i poker players giunti a Sin City per tentare di aggiudicarsi l’ultimo braccialetto WSOP in palio.

Nel frattempo, Brendan Taylor (in foto) si è aggiudicato la vittoria del torneo Shootout, per una prima moneta che sfiora i 185 mila dollari.

Evento #52: $25.000 Six-handed No Limit Hold’em
È stata una giornata breve, eppure davvero intensa: erano 18 i poker players ad inizio giornata, e sono rimasti in gioco soltanto i sei protagonisti del final table. Ancora una volta, è presente tra i finalisti Frank Kassela, che grazie a questo colpaccio potrebbe far suo il titolo di WSOP Player of the Year.

Questi i chip count dei poker players ancora in gara:
1.    Dan Kelly – 5,895,000
2.    Frank Kassela – 2,610,000
3.    Shawn Buchanan – 2,110,000
4.    Jason Somerville – 1,665,000
5.    Mikael Thuritz – 1,535,000
6.    Eugene Katchalov – 475,000

Evento #53: $1.500 Limit Hold’em Shootout
È stato uno dei final table più emozionanti della storia del WSOP, e dopo un incredibile testa a testa tra Ben Yu e Brendan Taylor è stato proprio quest’ultimo a trionfare, vincendo il suo primo braccialetto WSOP.

Questi i risultati ufficiali:
1.    Brendan Taylor – $184,950
2.    Ben Yu – $114,484
3.    Jonathan Little – $73,218
4.    Joseph McGowan – $48,546
5.    Brian Tate – $33,276
6.    Michael Schneider – $23,563
7.    Sijbrand Maal – $17,215
8.    Terrence Chan – $12,961

Evento #54: $1.000 No Limit Hold’em
Nei due Day 1 previsti, questo evento ha raccolto un totale di 3.844 iscritti, per un prize pool di quasi 3,5 milioni di dollari. Nessuno dei protagonisti del Day 1B è riuscito ad eguagliare la prestazione di James Dempsey, il grande campione con all’attivo un braccialetto WSOP ed un prestigioso secondo posto, che al momento guida il chip count. Da segnalare la prestazione del nostro azzurrino Tommaso Briotti, secondo come stack soltanto a Dempsey.

Di seguito, la top ten di entrambi i Day 1:
1.    James Dempsey – 144,100
2.    Tommaso Briotti – 77,350
3.    Eelke Arjaans – 75,550
4.    Andrew Talbot – 70,175
5.    Dustin Dorrance-Bowman – 67,175
6.    Sean Prendiville – 66,975
7.    Jeremy Wilck – 61,600
8.    Rohn Schutsky – 60,425
9.    Mikael H Johansson – 58,875
10.    Vineet Pahuja – 57,775

Evento #55: $10.000 Pot Limit Omaha World Championship
Sui tavoli del Rio Casinò nelle ultime ore c’è un clima piuttosto teso, ma questo evento rappresenta l’eccezione, e tra i partecipanti si respira amicizia e relax. Non ce ne vogliano i vari Tom Dwan e Ludovic Lacay, ma i nostri occhi al momento sono tutti puntati sul nostro Alessio Isaia, ancora in gara su 33 giocatori rimasti e con uno stack davvero invidiabile.

Questa la top ten del chip count:
1.    Tom “durrrr” Dwan – 910,000
2.    Danny Wong – 563,000
3.    Julio Marines – 539,000
4.    Ludovic Lacay – 528,000
5.    Seamus Cahill – 495,000
6.    Dan Harmetz – 490,000
7.    Miguel Proulx – 468,000
8.    Dmitry Stelmak – 448,000
9.    Alessio Isaia – 443,000
10.    Ville Mattila – 416,000

Evento #56: $2.500 No Limit Hold’em
Ben 1.942 giocatori si sono iscritti a questo evento, mettendo in seria difficoltà l’organizzazione che non aveva previsto un’affluenza così massiccia. Tra i partecipanti, anche numerosi volti noti quali Sorel Mizzi, Joe Cada e Jamie Gold.

Questi i chip count di alcuni players famosi:
1.    Marc Sander – 98,000
2.    Court Harrington – 72,000
3.    Shane Schleger – 70,000
4.    Mark Newhouse – 67,000
5.    Jamie Gold – 52,000
6.    Jon Aguiar – 40,000
7.    Dan Heimiller – 37,100
8.    Robert Cheung – 35,700
9.    Victoria Coren – 34,300
10.    David Singer – 33,200

Restate con noi di Poker Mondiale per tutti gli aggiornamenti da Las Vegas sul WSOP 2010!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>