La strategia dei più grandi giocatori

di Marco Valeri Commenta

Quando si vedono i più grandi giocatori professionsiti di poker Texas Hold’Em nei tornei importanti si capisce perché hanno vinto così tanto nella loro carriera. Il poker Tecas Hold’Em è un gioco in cui l’effetto della fortuna non ha un peso decisivo a lungo andare. Più si gioca e più hanno senso la strategia e la capcità di capire il gioco.
Se si vedono giocare Phil Ivey, Daniel Negreanu o Brunson, si può osservare come questi utilizzano sempre delle strategie che si basano su due aspetti: tecnico-statistico e psicologico.

Le caratteristiche tecnico-statistiche del poker Texas Hold’Em riguardano le competenze del giocatore. Sapere giocare bene significa capire quante possibilità di vincere il piatto si hanno in una mano. Capire le proprie carte, considerare cosa può avere l’avversario in base alle mosse che fa e riflettere sulle carte sul board e sull’ampiezza del piatto sono tutte operazioni da fare velocemente. La strategia di un giocatore chiuso-aggressivo è quindi quella di spingere quando la valutazione sulle possibilità di vincere il piatto sono alte e di evitare di giocare se si hanno poche possibilità. Capire quando spingere e quando non giocare spesso distingue un grande giocatore.

Le caratteristiche psicologiche sono altrettanto importanti. Essere neutri evitando di fare capire agli altri le proprie carte è il primo aspetto. Riuscire a capire il gioco dell’altro, quando ha carte buone o quando bluffa, è veramente l’elemento che fa la differenza. La strategia ha quindi una sua importanza se si hanno queste capacità di comprendere il gioco dell’avversario. Un buon giocatore di poker Texas Hold’Em osserva il suo avversario. Lo studia, cerca di vedere come si comporta nelle varie mani per poi prevedere il suo comportamento nelle successive giocate. Per questo quando si gioca con avversari molti bravi è necessario non comportarsi sempre nello stesso modo ma variaree il proprio gioco, in quanto se si è scoperti nel modo di giocare si diventa facili da battere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>