Poker, un gioco da non stigmatizzare

Il poker? E’ un gioco di carte che non si dovrebbe stigmatizzare ma che dovrebbe essere regolato da norme severe ma giuste che possano portare ad un’equa gestione di tutte quelle che sono le problematiche relative al suo essere d’azzardo.

Kanit quinto alle Wsop

kanit

Un giocatore italiano ha sfiorato l’impresa alle World series of poker andando vicino alla vittoria in un importante evento. Questi è Mustapha Kanit e l’evento è il n. 19 No Limit Hold’em con buy-in da 1.500 dollari del più importante torneo di poker del mondo. Per diverso tempo Kanit è stato chipleader e ha accumulato un vantaggio che però non lo ha portato a vincere il torneo. Per lui alla fine un quinto posto che se, da una parte, lascia un certo rammarico, dall’altra lo rende consapevole delle sue capaità e gli permette di vincere quasi 120 mila dollari.

Niente braccialetto alle Wsop quindi dopo un torneo giocato molto bene, con aggressività e senza paura. La crescita del giocatoore italiano è evidente e la vittoria a un torneo delle Wsop potrebbe arrivare in futuro. Il primo posto dell’evento n. 19 delle Wsop è del giocatore americano Ted Gillis.

Mustapha Kanit ha iniziato bene il torneo e va velocemente in posizione di chipleader nel Day3 con 2.793.000 chips. Una serie di scontri a favore di Kanit, poi il sali e scendi e quindi un colpo negativo contro Dejan Divkovic che smaschera il bluff del giocatore itaiano. Poi all’inizio del final table Kanit torna in testa, ma perde diversi piatti e nella mano decisiva ancora Divkovic lo batte e lo elimina dal torneo facendogli conquistare il quinto posto.

Vediamo il payout del torneo che è stato l’evento n. 19 delle Wsop che sono in corso in questo periodo.

  1. Ted Gillis – 514.027 dollari
  2. John Hennigan – 319.993 dollari
  3. Dejan Divkovic – 222.429 dollari
  4. Jacobo Fernandez – 160.193 dollari
  5. Mustapha Kanit – 117.079 dollari
  6. Jaime Kaplan – 86.609 dollari
  7. Hiren Patel – 64.911 dollari
  8. Edison Shields – 49.267 dollari
  9. Dylan Thomassie – 37.834 dollari
  10. Darin Stout – 29.709 dollari
  11. Gregg Merkow – 29.709 dollari
  12. Ronald Mcmillan – 29.709 dollari

Tornei di poker, quali mani giocare?

texas-hold-em-poker-live

Nei tornei di poker Texas Hold’Em, sia live sia online, un aspetto importante della strategia è essere in grado di capire quali mani è meglio giocare e quali invece è meglio foldare. Nella fase di pre flop, oltre a considerare le carte che si sono ricevute, c’è da basare la decisione se fare call o fold anche sulla posizione in cui ci si trova e sulla situazione di gioco, cioè il comportamento degli altri giocatori, se ci sono raise, fold ecc. Una regola strategica del gioco è che è necessario fare una buona selezione delle mani iniziali per avere maggiori possibilità di successo nel poker Texas Hold’Em.

La strategia dei più grandi giocatori

poker carte

Quando si vedono i più grandi giocatori professionsiti di poker Texas Hold’Em nei tornei importanti si capisce perché hanno vinto così tanto nella loro carriera. Il poker Tecas Hold’Em è un gioco in cui l’effetto della fortuna non ha un peso decisivo a lungo andare. Più si gioca e più hanno senso la strategia e la capcità di capire il gioco.

I tornei satellite, come giocarli

poker-texas-hold-em-

Partecipare ai tornei satellite online e arrivare a sedere nei tavoli dei tornei di poker Texas Hold’Em più importanti del mondo non è impossibile. C’è chi c’è riuscito, ma non è stato un caso. Prima di avventurarsi in questo sogno, vediamo alcuni elementi da considerare per renderlo possibile.

Chris Moneymaker torna a vincere

chris_moneymaker

Negli ultimi anni, il poker online ha cambiato la storia e le sorti del poker Texas Hold’Em. La larga diffusione a portato a una maggiore considerazione del poker come sport e sono aumentate le competizionie  la possibilità di giocate sia per i giocatori professionisti sia per gli appassionati.

I tornei principali in questo periodo di marzo 2014

Celebrities And Voice-Over Stars Ante Up For SAG Foundation 3rd Annual Poker Classic

Dal 6 al 17 marzo al Bell Gardens, in California, Stati Uniti, il WSOP Circuit Bicycle Casino con un Main Event da 1.675 dollari. Dal 7 al 16 marzo, a Tampa, in Florida, sempre negli Stati Uniti, il Seminole Hard Rock Tampa Spring Poker Open, con un Main Event di 1.650 dollari.

Poker texano legale, lo sentenzia anche Palermo

Avevamo proposto simile argomento solo qualche settimana fa, annunciando una sentenza emessa dal tribunale di Lecce, con cui veniva a tutti gli effetti dichiarato legale il gioco del poker specialità Texas Hold’em. Sulla scia di quanto detto allora, fa ancora più notizia la conferma successiva, anche perchè due indizi cominciano a fare una prova e dal punto di vista legale cominciano a rimpolpare la casistica dei precedenti. Il poker texano è legale in Italia in quanto si deve ritenere “gioco d’abilita’” e non d’azzardo, se praticato in tornei. Lo afferma una sentenza che non ha precedenti in Italia, emessa dal Tribunale del Riesame di Palermo, presieduto da Maria Elena Gamberini.

La vicenda va a richiamare un avvenimento precedente: i giudici hanno accolto il ricorso dell’avvocato Claudio Gallina Montana contro il sequestro del circolo “Double Up” di via Giusti, dove si stava disputando un torneo di “Texas Hold’em. I 42 partecipanti erano stati denunciati per gioco d’azzardo. Ma il poker “Texas Hold’em”, che dilaga anche in tv e su internet, non è tale secondo il Riesame perchè il suo scopo è quello di strappare agli avversari il maggior numero di fiches “che non hanno alcuna autonoma funzione di carattere economico” e chi perde viene escluso senza possibilità di reinserirsi moltiplicando la posta.

Lecce, Poker Texas hold’em anche nei locali

Notizia che stravolge i piani e, in qualche maniera, porterà con sè inevitabili conseguenze. L’informativa arriva da Lecce: il poker in versione Texas hold’em può giocarsi anche nei locali pubblici purché il costo della partecipazione non superi i 30 euro e le vincite non siano in denaro. Lo ha deciso la sezione salentina del Tar Puglia che ha accolto il ricorso dei gestori un circolo di Campomarino (Taranto) dopo che la questura di Taranto aveva negato l’autorizzazione a organizzare partite di poker texano. I giudici hanno rilevato, in particolare, che “la normativa attualmente in vigore affida la disciplina all’emanazione di un regolamento governativo“. Il principio diventato norma, quindi, interessa nello specifico l’esercizio commerciale di Lecce ma più in generale i circoli privati e non, le salette attigue ai bar, tutti quei luoghi dove proprietari e gestori si siano dotati dell’autorizzazione al gioco delle carte. Pare doveroso annunciarlo perchè la sentenza del Tar, la prima in Italia, farà sicuramente da apripista per altri pronunciamenti se è vero che fino a al minuto precedente ciascuna delle richieste per la concessione del gioco del poker texano nei locali pubblici e privati, era stata respinta.

Palermo, chiusa sala poker Texas Hold’em clandestina. Cos’è uno skill games

Il poker è azzardo. In molti casi inteso quale propensione spinta all’ennesima potenza. Servono abilità e concentrazione, oltre a una buona dose di fortuna quale componente imprescindibile e il rispetto di regole atte a gestire lo sviluppo di qualunque torneo. In seguito alla legalizzazione del gioco, sono nate come funghi sale e contesti nei quali mettere alla prova le proprie attitudini: tra il lecito e l’illecito, tra il legale e l’illegale ci si imbatte, per la caratteristica inconfutabile di essere – il gioco – miniera d’oro, in vicende di cronaca che interessano e coinvolgono lo stesso poker.

Stavolta si approda a Palermo, la vicenda: ufficialmente era un’associazione sportiva dilettantistica per il gioco del poker specialità Texas hold ‘em, affiliata alle strutture federali, ma secondo la Guardia di finanza era semplicemente una sala da gioco clandestina. In un’operazione portata a termine dal Nucleo di polizia tributaria di Palermo, coordinata dalla procura della Repubblica, si è di fatto accertato che il titolare, pur in possesso di una licenza comunale per la somministrazione di alimenti e bevande, non aveva alcuna autorizzazione rilasciata nè della questura nè dell’amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato.

I poker player Made in Italy fanno gola a tutti

Secondo le statistiche dell’anno 2008, l’Italia, nel solo gioco del poker, ha fatturato circa 47 miliardi e mezzo di euro. Non male come partenza no? Si sa che nel nostro paese siamo sempre gli ultimi arrivati su tutto, e così è stato anche in questo gioco. La variante del poker più conosciuta e praticata è il “poker texano” ovvero il Texas Hold’em, seguito da Omaha e Seven Card Stud. Il governo italiano ha impiegato molto tempo anche a legalizzare, tutelare e a controllare questo mercato in crescita costante. Oggi ci sono poker rooms online autorizzate dove si possono giocare tornei di poker. Non siamo allora solo una nazione di slot machine, scommesse, gratta e vinci, lotto e superenalotto, molti italiani si sono accorti anche di questa nuova e entusiasmante scoperta.

Filippo Candio vince la prima tappa del campionato italiano pro 2009 di San Remo

Serate di gala a San Remo per questa prima tappa del campionato italiano pro 2009 sponsorizzato da PokerStars. L’evento si è svolto dal 26 gennaio al 1 febbraio in un’atmosfera delle grandissime occasioni che ha visto la partecipazione dei top players italiani e dei migliori team. La ripresa televisiva di Poker1Mania, in onda su Italia 1 con il commento di Giacomo “Ciccio” Valenti e Luca Pagano, ed un montepremi di tutto rispetto hanno fatto il resto.  Alla fine ad aggiudicarsi il succulento bottino da 170.000 euro è stato Filippo Candio ma la lotta è stata dura soprattutto dal day 3 con illustri eliminati.

Nice Hand lancia un poker web contest: 20 euro di bonus grazie alla tua “faccia da poker”

Nice Hand broadcast your poker: è questa l’iniziativa lanciata sul web da Nice Hand in collaborazione con YKS, la prima piattaforma di crowdsourcing dedicata ai videoblogger e ai videomaker della rete, per promuovere un contest con in palio bonus da 20 € da spendere sulla poker room di Nice Hand.
Nice Hand si è presentata al pubblico come la prima poker room italiana on line fatta da giocatori per i giocatori, ed è proprio ai giocatori che si rivolge chiedendo loro di filmare le reazioni durante una partita di Poker Texas Hold’em. Daltronde si sà che una partita a poker implica sempre grandi emozioni.

Glossario Poker: Split Pot

Nel Texas Hold’em, a differenza di altri tipi di poker, si possono verificare, nella fase finale di una partita, situazioni di pareggio, cioè combinazioni uguali tra uno o più giocatori, dovuto al fatto che ogni seme ha lo stesso valore. Non avendo quindi una graduatoria  gerarchica tra i quattro semi, si procede allo Split Pot, che significa dividere il piatto, quando due giocatori hanno valori uguali al momento dello Showdown. Questo avviene spesso quando già le 5 carte comuni formano la migliore mano possibile, quindi in questo caso i giocatori che hanno la stessa combinazione, si dividono il piatto in parti uguali.