Glossario Poker: Split Pot

di Luciana Commenta

Nel Texas Hold’em, a differenza di altri tipi di poker, si possono verificare, nella fase finale di una partita, situazioni di pareggio, cioè combinazioni uguali tra uno o più giocatori, dovuto al fatto che ogni seme ha lo stesso valore. Non avendo quindi una graduatoria  gerarchica tra i quattro semi, si procede allo Split Pot, che significa dividere il piatto, quando due giocatori hanno valori uguali al momento dello Showdown. Questo avviene spesso quando già le 5 carte comuni formano la migliore mano possibile, quindi in questo caso i giocatori che hanno la stessa combinazione, si dividono il piatto in parti uguali.

In queste situazioni, il kicker, cioè la carta più alta non usata per fare il punto, a volte può decretare il vincitore prima di procedere con lo split, ma se anche questo risulta uguale per i giocatori, allora si passa allo split pot. Si ha un pareggio quando entrambi i giocatori hanno la stessa carta alta, posseggono una coppia di uguale valore, una scala, lo stesso tris o colore e raramente quando posseggono poker, full e scala reale. Lo Split Pot è l’ultima alternativa possibile, per poter aggiudicare il piatto ai giocatori, dopo aver verificato che non esistono altre vie per decretare la vincita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>