I poker player Made in Italy fanno gola a tutti

di Luciana Commenta

Secondo le statistiche dell’anno 2008, l’Italia, nel solo gioco del poker, ha fatturato circa 47 miliardi e mezzo di euro. Non male come partenza no? Si sa che nel nostro paese siamo sempre gli ultimi arrivati su tutto, e così è stato anche in questo gioco. La variante del poker più conosciuta e praticata è il “poker texano” ovvero il Texas Hold’em, seguito da Omaha e Seven Card Stud. Il governo italiano ha impiegato molto tempo anche a legalizzare, tutelare e a controllare questo mercato in crescita costante. Oggi ci sono poker rooms online autorizzate dove si possono giocare tornei di poker. Non siamo allora solo una nazione di slot machine, scommesse, gratta e vinci, lotto e superenalotto, molti italiani si sono accorti anche di questa nuova e entusiasmante scoperta.

Le Poker Rooms online italiane dove sono iscritti il maggior numero di giocatori sono Bwin, Gioco Digitale, Lottomatica, PokerStars, Snai e Nice Hand . Tutti i siti online con licenza AAMS sono piattaforme legali e controllate dallo Stato Italiano, quindi si ha la garanzia di essere tutelati. Se prestiamo attenzione ai giocatori italiani professionisti, possiamo vantare alcuni player che hanno ottenuto successo non solo in Italia, ma soprattutto all’estero. Max Pescatori è passato dal team dell’americana Full Tilt Poker a quello di Gioco Digitale; Luca Pagano, Dario Minieri e Filippo Candio (neo campione del poker tour di Sanremo) sono nel team di PokerStars; Dario Alioto, l’ “oriundo” Claudio “Swissy” Rinaldi e Alessio Isaia sono nel team di Full Tilt Poker, assieme al neo acquisto Daniele Mazzia che fino a pochi giorni fa era nella scuderia del Nice Hand Team; Gino Alacqua è nel team della XProPoker. Questi sono alcuni nomi tra i giocatori tricolori apprezzati anche oltre il confine, quelli che hanno molte vittorie e un bottino di tutto rispetto.

Possiamo affermare che nella nostra nazione il poker è diventato uno sport a tutti gli effetti ed abbiamo già professionisti e esperti in campo, che ogni giorno dimostrano che un italiano sa vincere anche in questo gioco. Siamo arrivati tardi nel giocarlo, ma siamo stati veloci nell’apprenderlo. All’estero molti sponsor stanno rivalutando i nostri giocatori e lo testimoniano i salti di qualità che alcuni fanno. Il Poker è un gioco di tecnica, strategie, fortuna, metodo e tanto allenamento, sicuramente molto più impegnativo di una scommessa e nell’indovinare dei numeri, ma può risultare più appagante e avvincente. Perchè non provare? Diventare campioni dipende solo da voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>