Poker texano d’azzardo, arrestate 12 persone in provincia di Brescia

Il poker texano è finito sotto accusa dopo la vicenda accaduta a Mazzano in provincia di Brescia, con il gioco clandestino scoperto in un locale dove si giocava forte e d’azzardo.

Giocavano su due tavoli, cinque euro a partita, con tanto di caparra verso il proprietario di 20 euro.

I carabinieri con un blitz hanno arrestato 12 persone. Artigiani, impiegati, operai della zona, ma anche una donna e un giovanissimo albanese.

La denuncia è scattata anche perchè sui muri del locale non era esposto l’elenco dei giochi vietati.

Poker, Deep Sundat Master di Unibet

Ogni domenica alle ore 20 Unibet Poker on line presenta l’evento Deep Sundat Master, con un montepremi di finale di 100.000 euro. Per poter giocare occorre un’apertura di 100 euro ma si può accedere al ricco torneo anche attraverso i satelliti di poker online settimanali, che permetteranno di qualificarsi anche spendendo solo 1 euro.

Il poker Texas Hold’em mette sul tavolo 10.000 chips di partenza per ogni giocatore e livelli di gioco da 15 minuti l’uno. Inoltre, vale la pena richiamare alla memoria la prima tappa dell’Unibet Open Poker Tour 2011 che si svolgerà a Malta dal 10 al 13 marzo.

In questo momento è attiva la promozione di Unibet Poker per tutti i suoi nuovi giocatori di poker online: ben 300 euro di bonus per i nuovi iscritti che collezionare 2.400 punti VIP nei primi 60 giorni dopo l’iscrizione.

Poker texano legale, lo sentenzia anche Palermo

Avevamo proposto simile argomento solo qualche settimana fa, annunciando una sentenza emessa dal tribunale di Lecce, con cui veniva a tutti gli effetti dichiarato legale il gioco del poker specialità Texas Hold’em. Sulla scia di quanto detto allora, fa ancora più notizia la conferma successiva, anche perchè due indizi cominciano a fare una prova e dal punto di vista legale cominciano a rimpolpare la casistica dei precedenti. Il poker texano è legale in Italia in quanto si deve ritenere “gioco d’abilita’” e non d’azzardo, se praticato in tornei. Lo afferma una sentenza che non ha precedenti in Italia, emessa dal Tribunale del Riesame di Palermo, presieduto da Maria Elena Gamberini.

La vicenda va a richiamare un avvenimento precedente: i giudici hanno accolto il ricorso dell’avvocato Claudio Gallina Montana contro il sequestro del circolo “Double Up” di via Giusti, dove si stava disputando un torneo di “Texas Hold’em. I 42 partecipanti erano stati denunciati per gioco d’azzardo. Ma il poker “Texas Hold’em”, che dilaga anche in tv e su internet, non è tale secondo il Riesame perchè il suo scopo è quello di strappare agli avversari il maggior numero di fiches “che non hanno alcuna autonoma funzione di carattere economico” e chi perde viene escluso senza possibilità di reinserirsi moltiplicando la posta.

Lecce, Poker Texas hold’em anche nei locali

Notizia che stravolge i piani e, in qualche maniera, porterà con sè inevitabili conseguenze. L’informativa arriva da Lecce: il poker in versione Texas hold’em può giocarsi anche nei locali pubblici purché il costo della partecipazione non superi i 30 euro e le vincite non siano in denaro. Lo ha deciso la sezione salentina del Tar Puglia che ha accolto il ricorso dei gestori un circolo di Campomarino (Taranto) dopo che la questura di Taranto aveva negato l’autorizzazione a organizzare partite di poker texano. I giudici hanno rilevato, in particolare, che “la normativa attualmente in vigore affida la disciplina all’emanazione di un regolamento governativo“. Il principio diventato norma, quindi, interessa nello specifico l’esercizio commerciale di Lecce ma più in generale i circoli privati e non, le salette attigue ai bar, tutti quei luoghi dove proprietari e gestori si siano dotati dell’autorizzazione al gioco delle carte. Pare doveroso annunciarlo perchè la sentenza del Tar, la prima in Italia, farà sicuramente da apripista per altri pronunciamenti se è vero che fino a al minuto precedente ciascuna delle richieste per la concessione del gioco del poker texano nei locali pubblici e privati, era stata respinta.

Il software Nice Hand: la prima poker room legale anche per utenti Mac e Linux

Nice Hand offre un ambiente di gioco sicuro, grazie alle tecnologie utilizzate e ai continui controlli

La poker room Nice Hand è sempre attenta nell’offrire il meglio ai suoi giocatori, e il software ha una estrema importanza per poter giocare bene e con facilità. Prendere confidenza con i software è il primo timore di ogni giocatore di poker online, puntare sulla semplicità e dimestichezza è il modo migliore per fidelizzare con la piattaforma online. Il software Nice Hand risponde alle esigenze dei propri giocatori ed è stato realizzato accuratamente anche con la consulenza tecnica del Pro Player campione del mondo, Dario Minieri. Nice Hand è la prima poker room online che utilizza un software funzionante sia per utenti Linux che per utenti Mac, non ha una struttura pesante, ed è efficace, essenziale e intuitivo. Si ha anche la possibilità di multitablare, cioè giocare in più tavoli contemporaneamente, grazie all’utilizzo della programmazione Java che permette di ridimensionare le finestre di gioco a piacimento.
Nice Hand dispone di una regolare Concessione da parte di AAMS che garantisce ad ogni iscritto di giocare a Poker Texano in piena sicurezza, senza nessuna preoccupazione riguardo il proprio portafoglio online.

I poker player Made in Italy fanno gola a tutti

Secondo le statistiche dell’anno 2008, l’Italia, nel solo gioco del poker, ha fatturato circa 47 miliardi e mezzo di euro. Non male come partenza no? Si sa che nel nostro paese siamo sempre gli ultimi arrivati su tutto, e così è stato anche in questo gioco. La variante del poker più conosciuta e praticata è il “poker texano” ovvero il Texas Hold’em, seguito da Omaha e Seven Card Stud. Il governo italiano ha impiegato molto tempo anche a legalizzare, tutelare e a controllare questo mercato in crescita costante. Oggi ci sono poker rooms online autorizzate dove si possono giocare tornei di poker. Non siamo allora solo una nazione di slot machine, scommesse, gratta e vinci, lotto e superenalotto, molti italiani si sono accorti anche di questa nuova e entusiasmante scoperta.

Nice Hand lancia un poker web contest: 20 euro di bonus grazie alla tua “faccia da poker”

Nice Hand broadcast your poker: è questa l’iniziativa lanciata sul web da Nice Hand in collaborazione con YKS, la prima piattaforma di crowdsourcing dedicata ai videoblogger e ai videomaker della rete, per promuovere un contest con in palio bonus da 20 € da spendere sulla poker room di Nice Hand.
Nice Hand si è presentata al pubblico come la prima poker room italiana on line fatta da giocatori per i giocatori, ed è proprio ai giocatori che si rivolge chiedendo loro di filmare le reazioni durante una partita di Poker Texas Hold’em. Daltronde si sà che una partita a poker implica sempre grandi emozioni.