Affluenza record alle WSOP 2013

di Marco Valeri Commenta

Senza dubbio, le World Series of Poker si configurano come l’esatta cartina tornasole se si vuole conoscere il reale stato di salute del poker live a livello mondiale. Nel ‘Vecchio Continente’ viene registrata lenta flessione nei tornei, nello specifico quelli con buy-in importanti. Al Rio Casinò, invece, alla quarantaquattresima edizione sono stati già battuti più di doci record: per quanto concerne i primi 31 eventi ufficiali (che danno diritto al braccialetto), l’affluenza è stata pari a 40.039 iscrizioni, con un aumento del 27% in confonto al 2012.

Lo stesso discorso vale per tornei quotidiani deepstack, quali il “Carnivale” e i satelliti organizzati nel corso della manifestazione dentro il Rio Casinò. In questo caso il numero delle iscrizioni è uguale a 77.243 (+36% se confrontiamo gli stessi dati di un anno fa).

E’ altrettanto vero che negli Usa c’è una forte ripresa economica che ha sicuramente contribuito, ma il format di voler trasformare la manifestazione in un vero e proprio festival del poker sta funzionando molto bene.

Iniziative quali quelle di mettere in calendario tornei low stakes (anche da 78$) al Rio e aprire un numero consistente di tavoli di cash game (ne sono stati aggiunti ben 100!), ha attirato la massa degli appassionati e confermato il trend che il poker va in una direzione ben precisa.

I montepremi dei tornei WSOP sono incrementati del 10%, superando i 54,1 milioni di dollari. Ed anche la media dei premi per i vincitori è elevata: $364.308. L’affluenza media per evento (1.292 iscrizioni) ha registrato un incremento annuo consistente: nel 2012 era di 1.015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>