Vivere giocando a Poker è possibile?

di Valentina Cervelli Commenta

Vivere giocando a poker è possibile? È una domanda che ci siamo posti tutti pensando a questo gioco. E la risposta può essere positiva, soprattutto se si sta attenti ad alcuni fattori specifici.

Vivere giocando a poker si può

Partiamo da un presupposto: non ci si può inventare giocatori vincenti. È importante sapere cosa si fa, quali sono le regole della variante nella quale siamo intenzionati a specializzarci. Ed essere in grado di partecipare, sia online che dal vivo a eventi che corrispondono a determinate caratteristiche.

Il poker può essere un avventura molto interessante, ma vivere giocando a poker è tutt’altra cosa. Sono leggendarie le storie dei giocatori che ce l’hanno fatta. Ma non dobbiamo dimenticare allo stesso tempo quelle di chi è caduto vittima di una ossessione e che hanno perso patrimoni interi perché non in grado di regolarsi.

Ecco quindi che se ci approcciamo con l’idea di vivere giocando a poker dobbiamo renderci conto che possa essere rischioso e che sia necessario essere preparati psicologicamente. E non solo per gestire bene le proprie partite.

La conoscenza del gioco quindi è elemento basilare per diventare dei vincenti e darsi da fare. Per iniziare la propria carriera “risparmiando” il consiglio è quello di buttarsi sui tornei freeroll: non sono rari portali specializzati che offrono dei montepremi finali di tutto rispetto. Questo ovviamente per il poker online.

Più in generale esistono dei tornei con quota di iscrizione che prevedono una vincita finale, sia per quel che concerne l’online che il fisico e sono quelli che con il tempo consentono al giocatore di farsi le ossa, una fama e vincere.

Calcolo delle probabilità e psicologia importanti

Dobbiamo ricordare che il poker si basa su una preparazione quotidiana nel gioco, su strategie ben precise, sul calcolo delle probabilità e sulla psicologia. Se si vuole vivere giocando a poker bisogna comprendere che come si vince si può perdere e che per limitare al massimo quest’ultima occorrenza si deve imparare a gestire le emozioni.

Psicologia e calcolo delle probabilità sono gli elementi più importanti da considerare in questo caso perché concederanno di sfruttare al massimo le proprie mani.  Piccola curiosità: molti giocatori che hanno fatto fortuna con il poker erano matematici.

È possibile vivere di poker? Certamente. Ma bisogna capire che non si tratta di un gioco, ovvero che non è facile. Servono fortuna e preparazione, soprattutto. E la capacità di capire sia quando andare avanti che quando fermarsi. A prescindere dalla propria passione o dal proprio conto in banca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>