EPT Londra 2008: Vince Michael Martin

di Paolo Riva Commenta

La tappa londinese dell’European Poker Tour ha finalmente un vincitore, un player che conosce e parla la lingua inglese pur non essendo un suddito di sua maestà la regina. E’infatti Michael Martin, statunitense di 24 anni, a portarsi a casa l’ambito premio di 1,000,000 di sterline, messo in palio al Victoria Casino di Londra per questa straordinaria tappa del Tour Europeo di Poker.


Inutile dire che il torneo ha raccolto un interesse ed un entusiasmo che mai si erano visti precedentemente, ma che comunque gli organizzatori si aspettavano. Il Texas Hold’Em è ampiamente in crescita sia come sport sia come attrazione a livello culturale e sta riuscendo a raccogliere l’attenzione anche di chi difficilmente si avvicinerà a questo sport giocandoci, ma che ne stuzzica solo ed esclusivamente la curiosità.

Torniamo però al poker giocato. Dicevamo Martin ha vinto il torneo precedendo il polacco Martin Horecki, qualificatosi tramite il circuito PokerStars, e un altro statunitense Eric Liu. Per trovare il nostro primo player, che avevamo detto essere Max “The Italian Pirate” Pescatori, dobbiamo scendere fino al 15esimo posto. Un risultato comunque onorevole per il nostro pirata che si porta a casa, come premio di consolazione, 19.576 sterline a scapito di una iscrizione, non si è infatti qualificato via PokerStars, pari a 5.000 sterline. Certo per uno abituato a vincere e dominare i tornei questa è solo una mera consolazione.

Lasciano un po’ a desiderare, in questa tappa dell’EPT, i giocatori dei paesi del Nord Europa, solitamente grandi protagonisti dei tavoli finali. Per trovare i primi due dobbiamo scendere alle posizioni 9 e 10 con Erik Sjodin e Frode Gjesdal, dopo di che di nuovo buio e nulla. Un dato che fa particolarmente riflettere e che da un’ulteriore prova, se mai ce ne fosse stato bisogno, che il Texas Hold’Em sta iniziando a svilupparsi con un effetto a macchia d’olio su tutto il vecchio continente, oltre naturalmente a consolidarsi anche nelle Americhe.

Michael Martin non è comunque un volto nuovo ai tornei dell’EPT e quando vi partecipa ottiene sempre risultati di tutto rispetto. Egli infatti ha partecipato all’European Poker Tour per due volte, compresa quella vincente a Londra. L’altra tappa che lo ha visto tra i presenti è stata Montecarlo, nell’aprile di quest’anno, che lo ha visto raggiungere la posizione numero 5. Insomma se volete puntare su Michael Martin, sappiate che lui, almeno per quanto riguarda l’EPT, il tavolo finale lo raggiunge sempre.

La Hall of Fame dell’EPT si vede aggiungere un nuovo nome, un nome che è riuscito ad eliminarne ben altri 596 di cui 234 provenienti dal circuito PokerStars. Tra questi Pro Player, giocatori qualificatisi dai satelliti, ma anche grandi celebrità come il tennista tedesco Boris Becker e lo sciatore italiano Alberto Tomba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>