Wsop 2013: l’ora dei tornei One Drop

di Marco Valeri Commenta

Partito stanotte il One Drop High Roller da 111.111$ di buy-in. Il 3 luglio invece toccherà al Little One for One Drop da 1.111$ di buy-in. Alle WSOP 2013, dunque, il gioco inizia a farsi serio. I tornei più particolari prendono inizio. Meritano molta attenzione. I tornei ‘One Drop’, infatti, mettono regolarmente a disposizione del vincitore un braccialetto ma danno anche un motivo in più per partecipare: aiutare l’associazione di Guy Laliberté nel suo scopo umanitario: raccogliere fondi per fornire acqua potabile al terzo mondo.

Il Poker, come tutto gli altri sport, può avere più finalità dunque.

Nel 2012 il toreno One Drop Big One è stato vinto da Antonio Esfandiari

Stanotte è partito l’evento #47 del programma ufficiale: il One Drop High Rollers NLHE da 111.111$ di buy-in. Grandissimi i nomi attesi: tra questi spicca quello di Doyle Brunson, pronto a ‘fare a pezzi’ gli avversari.

La febbre per questo appuntamento sta salendo e i sat stanno andando a comporre il field definitivo.

Dal 3 luglio invece sarà la volta dell’evento #58 aperto alle tasche di tutti i players: il Little One for One Drop NLHE da 1.111$ di buy-in, con re-entry illimitati fino al quarto livello. Tra i partecipanti di questo torneo ci sarà sicuramente più di un italiano italiano. Giorgio Silvestrin in primis.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>