Palermo, chiusa sala poker Texas Hold’em clandestina. Cos’è uno skill games

di Lillo Commenta

Il poker è azzardo. In molti casi inteso quale propensione spinta all’ennesima potenza. Servono abilità e concentrazione, oltre a una buona dose di fortuna quale componente imprescindibile e il rispetto di regole atte a gestire lo sviluppo di qualunque torneo. In seguito alla legalizzazione del gioco, sono nate come funghi sale e contesti nei quali mettere alla prova le proprie attitudini: tra il lecito e l’illecito, tra il legale e l’illegale ci si imbatte, per la caratteristica inconfutabile di essere – il gioco – miniera d’oro, in vicende di cronaca che interessano e coinvolgono lo stesso poker.

Stavolta si approda a Palermo, la vicenda: ufficialmente era un’associazione sportiva dilettantistica per il gioco del poker specialità Texas hold ’em, affiliata alle strutture federali, ma secondo la Guardia di finanza era semplicemente una sala da gioco clandestina. In un’operazione portata a termine dal Nucleo di polizia tributaria di Palermo, coordinata dalla procura della Repubblica, si è di fatto accertato che il titolare, pur in possesso di una licenza comunale per la somministrazione di alimenti e bevande, non aveva alcuna autorizzazione rilasciata nè della questura nè dell’amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato.

L’uomo, di conseguenza, è stato denunciato per gioco d’azzardo assieme alle 41 persone che sono state identificate nel locale al momento del controllo. In pieno centro della città capoluogo di regione, la sede, ubicata in via Giusti al civico 49, si chiamava “Double up”. Ciò garantisce l’opportunità di ribadire e ricordare un concetto fondamentale: quel che in Italia è legale sono gli skill games (cosiddetti giochi di abilità) praticati solo su siti on line gestiti da soggetti concessionari dei Monopoli. E’ possibile giocare soldi veri e le vincite sono esentasse. Sono quindi legalizzati quei giochi con le seguenti caratteristiche:

1) l’abilità svolge un ruolo predominante rispetto alla fortuna;
2) autorizzati dall’AAMS quali skill games;
3) con buy-in massimo di 100 euro;
4) svolti nella formula del torneo o del solitario;
5) almeno l’80% della raccolta è destinata al montepremi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>