Ept Sanremo 2009: aggiornamenti Day 3, riflessioni e provocazioni

di Luciana 2

I Professional Poker Player? Battono la fiacca…

E’ il caso di dirlo e di proclamarlo: ma che fine hanno fatto i grandi campioni? Che si siano tutti messi in testa che l’importante è partecipare? Che sia divertente fare toccate e fughe ai tornei? Analizziamo la situazione dei giocatori professionisti italiani di poker, la tanta pubblicità, ritorni in patria, nascita di veri team sponsorizzati da grandi poker room, e tutto questo senza nessun risultato importante. Ci riferiamo a Max Pescatori, che dalla Full Tilt Poker ora è testimonial e leader del Team di Gioco Digitale, o a Dario Minieri e Luca Pagano del team PokerStars, tanto per citare dei nomi più conosciuti, ma cosa stanno combinando?

Gli ultimi eventi mondiali, sia per Pescatori che per Minieri sono stati un vero disastro, usciti quasi al primo colpo, mentre Pagano restiste più a lungo ma senza arrivare neanche ai premi (eccezione fatta per l’Ept di Dortmund). Vi siete resi conto di tutto questo? Siamo consapevoli che momenti bui li hanno anche e soprattutto i campioni e che tali restano comunque, per aver raggiunto in passato importanti obiettivi, ma ora? Il loro gioco è noioso e privo di stimoli.

Molte aspettative che vanno in fumo, senza farci sognare anche per poco, che si siano adagiati per gli ingaggi stellari da parte delle poker room? Attenzione però, perchè non tutto l’oro tende sempre a brillare. Si batte la fiacca e sembra di rivivere il peggior gioco di un avvilito Daniel Negreanu o di uno svogliato Gus Hansen, che per fortuna sembra stia recuperando terreno. I nostri italiani riusciranno a rialzarsi? Mantenere la gloria è un’impresa difficile, ma non impossibile e a volte si assiste a tanto rumore per nulla, ovvero, molta suspense per zero risultati. La cosa positiva però è vedere che molti giocatori giovani o dilettanti balzano sotto i riflettori, “da anonimi sognatori a vincenti in meno di una settimana“. Cosa vuol dire? Che si assistono a performance piacevoli di player meno conosciuti e che hanno sete di vincere e farsi conoscere.

Anche all’Ept di Sanremo, che si sta svolgendo in questi giorni, abbiamo assistito alla fiacca più totale, con delusioni di molti fans, nonostante si possa ancora sperare di veder vincere un italiano in patria. Voi che ne pensate? Secondo voi il Poker sta diventando uno sport quasi alla pari del gioco del calcio? Dove i giocatori sono spesso sopravvalutati rispetto alle loro vere qualità? Non vogliamo dire che alcuni poker player non sono degni del loro percorso, ma non vediamo più la grinta di un tempo, ma solo la loro immagine stampata online come sponsor. In un gioco come il poker, di tecnica e abilità, ciò che conta di più sono i risultati e non certo le chiacchiere. Attendiamo con fiducia che qualcuno si ribelli a queste “cadute di stile”.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>