Polk, Neeme ed Owen acquistano il The Lodge

di Valentina Cervelli Commenta

Se c’è qualcosa che spesso è più interessante notare facciano i giocatori di poker rispetto alle vittorie è vedere quello che sono in grado di fare insieme spendendo i soldi guadagnati: Doug Polk, Andrew Neeme e Brad Owen confermano tale narrativa rilevando il The Lodge di Austin.

Investimento non frutto di capriccio

Questi tre giocatori in particolare rappresentano una punta di diamante del settore non solo per le loro scorribande vincenti ai tavoli da gioco ma perché sono stati in grado di cambiare l’approccio delle persone al poker facendo una cosa molto semplice e allo stesso tempo lucrosa anche per loro: filmare dei video della loro carriera al tavolo verde e pubblicarli su Youtube. Un approccio al gioco che ha portato fortuna a Doug Polk, Andrew Neeme e Brad Owen, che ormai da anni allietano gli appassionati di poker con i loro contributi.

Il trio ha fatto qualcosa che forse in pochi si sarebbero aspettati: rilevare la proprietà di The Lodge, una delle poker room più famose negli Stati Uniti, in Texas. Va detto che non si tratta di un capriccio del momento, soprattutto perché Polk si è trasferito in Texas, lasciando Las Vegas, quasi un anno fa nel marzo del 2021 ed era rimasto piacevolmente colpito da come il poker e più nello specifico il Texas Hold’em fosse diffuso in quello Stato e in particolare ad Austin. Da qui la voglia di entrare nel giro come proprietario e non solo come giocatore: fattore che lo ha spinto a contattare i colleghi e amici sopracitati e a vedere se fosse possibile trovare un accordo per investire insieme nel settore.

L’obiettivo è dare vita a un franchising di poker room

A quanto pare la risposta a tale quesito è stata positiva visto che i tre hanno dato vita a un business plan e a tutto ciò che sarebbe servito per concedere loro di fare un ottimo investimento: parlando con Robert e Jason Levine hanno deciso proprio di subentrare a questi ultimi nella proprietà di The Lodge, potendo di conseguenza contare su un ottimo affiancamento nel processo di acquisizione. La popolarità del trio sarà un ottimo booster per i guadagni della sala da gioco e poker room e questo si evince dal primo messaggio a riguardo diffuso da Neem:

Il The Lodge, così com’è lavora già molto, ma sono convinto che grazie a noi tre potrà lavorare molto di più, dal momento che genereremo contenuti promozionali finalizzati all’organizzazione di importanti partite in questa poker room

Sulla stessa linea anche il contributo in tal senso di Polk che ha spiegato come vi sia già l’intenzione, se tutto andrà come previsto, di aprire filiali di The Lodge in tutti gli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>