Poker, in America stop alla mascherina se vaccinati

di Valentina Cervelli Commenta

In attesa che le poker room riaprono anche in Italia, la notizia che giunge dagli Stati Uniti fa riflettere su come l’apporto della campagna vaccinale potrebbe davvero riportare la normalità in moltissimi settori: coloro che sono stati vaccinati, infatti, possono evitare di portare la mascherina.

Via libera dopo la delibera del CDC

La delibera emessa dalla CDC statunitense è stata recepita dal Nevada Gaming Control Board come un via libera per rendere opzionale la mascherina per tutti i player che dimostreranno di essere vaccinati. L’autorità di regolamentazione dello Stato che ospita Las Vegas ha deciso di allentare le restrizioni per i giocatori dopo che il Center for Disease Control ha reso noto che per coloro che avevano già ricevuto la propria dose di vaccino sarebbe stato privo di rischi smettere di indossare i dispositivi di protezione individuale.

Ovviamente le persone non vaccinate sono ancora obbligate a portare la mascherina, sia per evitare loro il contagio sia per evitare di contagiare gli altri. Ecco quindi che lo stato nel Nevada ha dato via libera ai casinò di poter far entrare senza mascherine le persone che hanno ricevuto le loro dosi.

La società Wynn Resorts, tra le prime ad adeguarsi alle regole dettate negli scorsi mesi dalle autorità sanitarie, è stata anche una delle prime società a sfruttare questo nuovo via libera stabilito dal governo. Vi sono notizie di come dopo di loro anche Mgm Resorts e Caesars Entertainment nei casinò Cosmopolitan, Venetian e Palazzo abbiano dato il via libera ai clienti vaccinati di poter evitare l’utilizzo della mascherina.

Regola dell’onore per le mascherine

Il vero problema, in realtà, consta del fatto che la maggior parte dei casinò che hanno optato per questo allentamento hanno anche deciso però di adottare quello che viene definito il sistema dell’ onore, ovvero di non chiedere loro visitatori o clienti la prova della vaccinazione avvenuta. A differenza di come si farà in Italia quando riapriranno le poker room, non verrà chiesto il pass vaccinale o un documento che attesti la somministrazione. In questa maniera il rischio che si crei qualche focolaio aumenta esponenzialmente, ma è anche vero che praticamente l’82% della popolazione americana ha già ricevuto perlomeno la prima dose del vaccino.

Per scoprire come andrà a finire non si può fare altro che attendere i dati che verranno diffusi in merito al coronavirus e alla sua incidenza negli Stati Uniti nelle prossime settimane: se i contagi a Las Vegas risaliranno esponenzialmente sarà poi compito delle autorità locali stabilire le giuste regole per riportare la situazione alla normalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>