Patrik Antonius, no-stop di poker a Macao

Carlos Mortensen, Gregory Brooks, Darryll Fish. Li abbiamo seguiti fino a Los Angeles per ammirarne la sfida appassionata – per loro che giocavano – e appassionante – per quanti hanno avuto modo di prenderne visione. Eppure, il tavolo finale di Los Angeles, per quanto ritagli uno spazio importante, non è il contesto che più ci ha colpito.

Cambia la città, non più quella degli angeli, ma lo scenario non pare differenziare di molto. Quando si partecipa a tornei internazionali in cui si mette in gioco anche la propria carriera, è legittimo ambire a certi ottimi guadagni e finire con il passare intere giornate sul tavolo del poker. E’ pressappoco quello che ha vissuto a Macao, nell’High Stakes, Patrick Antonius.

Sono stato a Macao per due settimane dopo l’Aussie Millions. La città è come Las Vegas ma più piccola. Non c’è molto oltre il gioco d’azzardo. Ho perso i primi due giorni di action ma accidentalmente mi sono trovato a giocare nella poker-room in una sessione di 28 ore consecutive. Mi sono trovato a giocare nella poker room in una sessione di 28 ore consecutive, ma ho tratto bei guadagni e ne è valsa la pena. Qualcuno è riuscito a vincere 300.000$ centrando alcune combinazioni sul flop. Anche io sono riuscito a realizzare un bel guadagno. Il viaggio è stato positivo”.

Poker online: annunciata una nuova Durrrr Challenge

Tutta la community del poker è senza dubbio stanca della Durrrr Challenge senza fine, quella iniziata ormai due anni fa che vedeva contrapposti Tom Dwan e Patrick Antonius, una sfida che inizialmente sembrava essere la più emozionante degli ultimi anni ma che poi invece si è rivelata incredibilmente noiosa.

Ebbene a distanza di tempo Full Tilt Poker – che sponsorizza Dwan – ha deciso di introdurre una nuova promozione che partirà il prossimo 26 Febbraio e a cui tutti potranno partecipare per sfidare il giovane Durrrr in una battaglia con un montepremi da 1,5 milioni di dollari.

Poker online: Phil Ivey e Tom Dwan dominano gli high stakes

Phil Ivey e Tom Dwan questa settimana hanno davvero fatto faville sui tavoli di poker online: i risultati parlano chiaro, questi due campioni hanno accumulato vincite per centinaia di migliaia di dollari nei famigerati high stakes.

Ivey, che appena qualche settimana fa ha vinto un braccialetto al World Series of Poker, nel giro di quattro giorni è riuscito ad accumulare quasi un milione di dollari: la sua principale vittima è stato Luukie21, noto grinder tedesco che in una sessione di appena tre ore ha perso circa 400 mila dollari.

Phil Ivey è il favorito per la vittoria del Main Event WSOP

Phil-Ivey-quote-wsopCresce l’attesa per l’imminente campionato del mondo di poker, l’atteso World Series of Poker, e già si iniziano a fare pronostici riguardo quali potrebbero essere i protagonisti del Main Event.

Sembra un’impresa facile, ma in realtà è tutt’altro che semplice: se un tempo infatti la partecipazione al WSOP era un lusso che si sarebbero potuti permettere in pochi, negli ultimi anni il field dei partecipanti si è arricchito di numerosi outsiders provenienti dai satelliti online, oppure semplici facoltosi turisti che uniscono il fascino di una vacanza a Las Vegas alla possibilità di misurarsi con i mostri sacri dei tavoli verdi.

Sami Kelopuro è il giocatore più perdente di tutto il 2009

sami-kelopuroSappiamo bene tutti come ad ogni poker players vincente ne corrisponda uno che sta perdendo alla grande. E potremmo anche dire che i due giocatori rispettivamente più vincente e più perdente degli ultimi mesi hanno in comune non solo una sorte diametralmente opposta, ma anche la nazionalità... avete capito di chi stiamo parlando?

I due players in questione sono i finlandesi Patrick Antonius e Sami Kelopuro. Se da una parte Antonius continua a mietere successi e incassare cifre da capogiro con gli high stakes online e i tornei dal vivo, dall’altra Kelopuro (conosciuto dal popolo del web come LarsLuzak) sta attraversando davvero un periodaccio sui tavoli verdi degli eventi live, dopo aver preso la decisione di staccare per un po’ dalla modalità high stakes online che ultimamente gli dava soltanto dolori.

World Series of Poker Europe Londra: il team europeo vince la Caesars Cup

caesars-cup-winnersIl team europeo – capitanato da Annette Obrestad – ha vinto la prima edizione della Caesars Cup al World Series of Poker Europe nella splendida cornice londinese contro la squadra americana di Daniel Negreanu, aggiudicandosi gli heads up e i match due contro due per 4 punti a 1.

Le compagini erano le seguenti:
Team Europeo – Annette Obrestad (in veste di capitano), Peter Eastgate, Dario Minieri, Bertrand “Elky” Grospellier, Ilari “Ziigmund” Sahamies, Patrick Antonius, Gus Hansen e John Harvey (qualificato da Betfair);
Team Americano – Daniel Negreanu (in veste di capitano), Doyle Brunson, Phil Hellmuth, Phil Ivey, Huck Seed, John Juanda, Jennifer Harman e Barry Greenstein (in sostituzione di Chris Ferguson).

Caesars Cup Poker: rivelati i nomi dei componenti del team americano ed europeo

caesars-cup-teamC’è grande attesa per l’evento della Caesars Cup Poker di Londra al via il 25 Settembre al Casinò of the Empire, che vedrà sfidarsi in emozionanti partite senza esclusione di bluff il team americano e quello europeo, e finalmente i capitani delle due squadre Daniel Negreanu e Annette Obrestad hanno rivelato i nomi dei pro poker players che comporranno ciascuna compagine.

Come già trapelato da alcune indiscrezioni un paio di settimane fa, nel team che rappresenterà l’Europa sarà presente anche il nostro Darietto “Supernova” Minieri, considerato a livello internazionale una vera e propria stella del firmamento pokeristico mondiale, che terrà alto l’onore italiano nella speranza che non deluda le nostre aspettative, alla luce dei poco soddisfacenti risultati dell’ultimo periodo.

Il Main Event WSOP in onda su ESPN

wsop2009-tv-espn

È iniziata ieri sera su ESPN, un’emittente televisiva statunitense, la trasmissione del Main Event dell’edizione 2009 del World Series of Poker.

La puntata di partenza prevedeva la messa in onda del Day 1A e del Day 1B, certamente non i più entusiasmanti in termini di affluenza di poker players e di giocatori celebri sui tavoli verdi, ma il poker in tv è ormai un successo consolidato e inchioda davanti al piccolo schermo un gran numero di appassionati.

WSOP 2009: al via l’attesissimo Main Event

Dopo i 56 eventi di questa quarantesima edizione del World Series of Poker, Las Vegas si prepara all’inizio dell’evento più importante, quello che i pokeristi di tutto il mondo aspettano con ansia e passione: il Main Event. Come da tradizione, il Rio Hotel & Casinò della splendida Sin City sarà gremito di appassionati da tutto il mondo per poter anche solamente assistere a quel torneo che è il sogno di tutti i poker players.

Sarà presente la rete televisiva ESPN a riprendere l’evento, immortalando i momenti salienti e le mani più appassionanti.

Non è ancora stato reso noto il numero dei partecipanti al Main Event della quarantesima edizione, certo è che l’affluenza fa pensare a un numero non lontano alla cifra di 8.000 rounders. Il torneo ha buy in di ben 10.000 dollari, ma anche chi non possiede una cifra così esorbitante può sperare di vincere un posto sui tavoli da sogno dell’Evento con la E maiuscola grazie ai numerosi satelliti di questi giorni, con ingresso “contenuto” (rispetto al costo degli altri tornei) da 500 dollari.